Category Archives: Blog

La parola “dieta” da sempre ha sempre fatto ben poca rima con estate sia per motivi sintattici sia per questioni puramente pratiche. Arriva l’estate ed aumentano le occasioni di pranzi fuori, in spiaggia o al ristorante, aumenta il consumo di alcool e le serate in compagnia. Come fare a seguire una logica alimentare in questo periodo? Freddezza mentale ed elasticità! Non sarà una serata con gli amici a distruggere il vostro risultato, la parola chiave in questo periodo è: CONTROLLO! L’aspetto fondamentale è cercare di riflettere su quello che si mangia, se una serata ha previsto una cena abbondante, semplicemente si cercherà, nei giorni successivi, di seguire la dieta indicata (se si sta affrontando un percorso) o di tornare alle sane abitudini. Se seguite un percorso da tempo, sicuramente, avrete imparato a conoscere il cibo nei suoi macronutrienti (carboidrati, proteine e grassi). Se la serata prevede un arrosto in spiaggia,…

Read more

L’istamina, nel nostro organismo, è nota come mediatore della risposta allergica ma, svolge, in realtà, molteplici funzioni. L’intolleranza all’istamina è il risultato del disequibrio tra l’accumulo di istamina e la capacità di degradarla. Nei soggetti sani essa è rapidamente metabolizzata dall’organismo, mentre i soggetti intolleranti vanno incontro ad accumulo, sviluppando sintomi che mimano una reazione allergica.  Alcuni sintomi di intolleranza sono: diarrea, mal di testa, asma, congestione nasale, ipotensione, aritmie, orticaria, prurito, rossore, nausea, vomito, ma anche disturbi del sonno, irritabilità, acne. Le problematiche associate all’intolleranza migliorano con una dieta a basso impatto di istamina. Purtroppo questi sintomi, sono riconducibili anche ad altre reazioni quali, allergie alimentari, intolleranza ai solfiti o altre ammine, motivo per cui l’intolleranza all’istamina, è spesso sottostimata. Nei soggetti sensibili all’istamina i sintomi si presentano anche in conseguenza dell’ingestione di piccole quantità normalmente tollerate da soggetti sani. ISTAMINA E CIBO L’istamina è presente in diversi alimenti e la sua quantità aumenta con…

Read more

Il percorso di dimagrimento si poggia su un equilibrio molto delicato che si compone di fattori differenti. Innanzitutto è opportuno scegliere bene il momento in cui si decide di iniziare un percorso, seguire uno schema alimentare è un impegno ed è fondamentale che, a livello psicologico, sia il momento giusto e non ci siano forti stress o elementi di disturbo. La volontà è ovviamente la conditio sine qua non. Bisogna essere motivati e pronti a modificare le proprie abitudini entrando in sinergia con chi ti guiderà. Il rapporto che si crea con il nutrizionista è fondamentale, deve scattare un feeling che sarà gran parte della motivazione. Bisogna sentirsi a proprio agio con il proprio nutrizionista in modo da affidarsi totalmente alla sua guida. Al di là degli aspetti psicologici e di relazione, il dimagrimento può essere ostacolato da molteplici cause: un alterato metabolismo glicemico può essere un elemento di forte…

Read more

A volte mi chiedo se i centenari dei nostri giorni non debbano la loro longevità allo stile di vita del passato, sostanzialmente povero e frugale ed, in parte, a quelle che, una volta, erano tradizioni imposte dall’ambito religioso che inducevano una restrizione calorica periodica. Quello che è certo è che le popolazioni del Seven Countries Study (studio pioneristico sulla dieta mediterranea) seguivano una dieta povera e conducevano uno stile di vita molto attivo a causa del lavoro quotidiano nei campi ed in casa, ed avevano una vita regolare scandita dal sorgere e tramontare del sole. La ripresa economica successiva alla seconda guerra mondiale ci ha introdotti nell’epoca del benessere che ha portato l’abbondanza sulle tavole e ci ha accompagnati nell’era dell’obesità e delle malattie metaboliche. Quelle che erano le nostre nonne, che avevano patito i periodi di ristrettezze economiche, hanno iniziato a riempire le tavole di alimenti e condimenti, segno…

Read more

Si sente spesso parlare di intolleranze alimentari quasi fossero la causa di ogni disturbo gastro intestinale o addirittura dell’aumento di peso. Ma cosa sono le intolleranze? Esistono? Come si manifestano? Iniziamo a conoscere il nostro intestino. L’intestino gioca un ruolo cruciale nella digestione e nell’assorbimento dei nutrienti ma, allo stesso tempo, rappresenta anche una delle barriere più importanti del nostro organismo tra l’ambiente interno e quello esterno. Dobbiamo immaginare il nostro intestino come uno strato unico di cellule tenute insieme da giunzioni che serrano in maniera stretta una cellula a quelle vicine e bloccano il passaggio incontrollato di molecole. Queste cellule esercitano un’importante funzione difensiva anche attraverso la secrezione di fluido e muco utilizzato per diluire, legare ed eliminare le sostanze nocive. In condizioni normali questo strato serrato di cellule consente il passaggio di minime quantità di molecole verso la mucosa sottostante, luogo in cui esse interagiscono con il sistema…

Read more

La prima fase per riconoscere l’intolleranza è sicuramente un’attenta anamnesi del paziente alla ricerca di sintomi specifici. Bisogna valutare se tali sintomi possano essere ascrivibili ad alimenti ricchi in istamina Verificare se il paziente sia in cura con farmaci che inibiscono l’azione della DAO. Accertarsi che siano escluse patologie quali la mastocitosi, allergie alimentari e problemi a carico dell’apparato gastro-intestinale Compilazione di un diario alimentare che consentirà al professionista di associare strettamente i sintomi agli alimenti consumati. Si procede, dunque, ad una dieta povera in istamina verificandone i benefici. Se il soggetto presentava almeno 2 sintomi da intolleranza all’istamina e trova beneficio nella dieta povera in istamina, probabilmente si tratta di un soggetto intollerante. Si può procedere, dunque, alla verifica dei livelli di istamina e della funzionalità della DAO. Articolo pubblicato sul blog Scienzintasca Dott.ssa Gabriella Vittoria Durante Le indicazioni contenute in questo sito non devono in alcun modo sostituire il…

Read more

METABOLISMO DELL’ISTAMINA L’istamina appartiene alle ammine biogene e viene sintetizzata a partire dall’amminoacido istidina in una reazione di decarbossilazione mediata dalla L-Istidina decarbossilasi a cui partecipa la vitamina B6. L’istamina può essere catabolizzata in due modi: 1.       Tramite una deaminazione ossidativa da parte della diaminossidasi (DAO) 2.       Tramite una metilazione da parte della Istamina-N-metiltransferasi (HNMT) Che l’istamina venga deaminata ossidativamente o metilata, dipende dalla localizzazione dell’istamina stessa. La DAO è è raccolta in strutture vescicolari delle cellule epiteliali ed è secreta in circolo in seguito a stimolazione. Si crede che la DAO sia responsabile del catabolismo dell’istamina conseguente all’ingestione di cibi ricchi in istamina o al rilascio dei mediatori. HMNT è un enzima citosolico. I due enzimi non competono per il substrato e sono presenti negli stessi tessuti. L’affinità di HMNT è leggermente superiore rispetto alla DAO: HMNT kM 6-13 mmol/L – DAO kM 20 mmol/L. Nei mammiferi, l’attività della…

Read more

7/7